Scoprire e bloccare chi si connette alla nostra rete WiFi

Spread the love

Hai notato che da qualche giorno la tua connessione internet è rallentata notevolmente, magari solo in certi orari, e i download avviati si interrompono sempre più spesso. Cosa sarà successo? 



Se la tua linea avesse problemi, non funzionerebbe bene solo in certi orari, giusto? E se qualcuno stesse utilizzando la tua connessione WIFI a tua insaputa? Se si nota una riduzione della velocità della connessione, uno dei motivi potrebbe essere il collegamento al nostro WIFI di dispositivi non autorizzati. La presenza di una password non assicura che dei ladri di wifi non possano accedere al nostro router, soprattutto se, incautamente (e stupidamente), non abbiamo cambiato quella di default. Controllare la presenza di eventuali intrusi è comunque possibile. Esistono diversi applicativi che ci possono aiutare a scoprire accessi indesiderati sia per pc che per dispositivi mobili, Android e iOS. Non solo, è anche possibile verificare la presenza di altri dispositivi collegati alla nostra rete direttamente dalla pagina del router inserendo nella barra dei link l’indirizzo IP del router, ogni produttore ne fornisce uno specifico che troverete nel manuale di istruzioni oppure sulla pagina di supporto del produttore.




Accedendo al router come amministratore bisogna controllare la tabella client DHCP, a volte chiamata anche Lista client DHCP o periferiche collegate, per vedere la lista di computer, smartphone, tablet e altri dispositivi collegati. È inoltre possibile scoprire l’indirizzo IP del router utilizzando il prompt dei comandi sui PC Windows e OS X. Sui PC con Windows 10 cliccare con il tasto destro sul tasto Start, cliccare su Esegui e digitare cmd e quindi cliccare su Ok. Si aprirà la finestra dei comandi dove inserire “ipconfig” per vedere l’indirizzo del router – chiamato gateway predefinito. Su un Mac, un modo veloce per trovare l’indirizzo IP del router è quello di aprire l’icona Preferenze di Sistema nella Dock, cliccare sull’icona Rete e vedere il numero indicato accanto a router.

Se questo cose vi sembrano troppo complicate da eseguire, è possibile utilizzare un programma o un’applicazione che esegue la scansione della rete per i dispositivi collegati.

LEGGI ANCHE: Ladri di Wi-fi? Scopri chi entra a «scrocco» nella tua rete

PRIMO STEP
Per bloccare chi si connette alla nostra rete senza autorizzazione dobbiamo avviare un programma che rilevi più dati possibili relativi ai computer o altri dispositivi (smartphone, tablet, ecc.) connessi al nostro router. Per farlo non è necessario installare alcun programma, infatti basta utilizzare dei piccoli software definiti stand alone (cioè svolgono il lavoro indipendentemente da altri software) come Wireless Network Watcher, avviabile direttamente da qui. Dopo pochi istanti verranno rilevati i dati relativi a tutti i dispositivi connessi alla nostra rete.

SECONDO STEP
Ora è giunto il momento di analizzare i dati appena raccolti. Una volta avviato Wireless Network Watcher, le colonne più importanti, della schermata che ci troviamo davanti, sono: quella relativa all’indirizzo IP, quella del Device Name, quella del MAC Address e infine quella del Device Information. Vediamole nel dettaglio: nella colonna IP Address troveremo l’indirizzo IP del dispositivo connesso alla Rete; in quella Device Name leggeremo il nome che il proprietario del computer ha dato al suo dispositivo (molto spesso sono associati i nomi degli stessi proprietari, motivo per cui questo dato è molto importante per risalire velocemente a chi utilizza senza autorizzazione la nostra rete). Nella colonna MAC Address sarà mostrato l’indirizzo univoco della scheda di Rete di chi si connette e questo sarà il dato più importante, perché ogni router prevede un filtro che blocca gli utenti indesiderati proprio partendo dal MAC Address. Infine in Device Information potremo avere delle note che ci aiuteranno a capire che tipo di dispositivo è quello indicato in elenco (un router, un pc portatile, uno smartphone, un tablet, ecc.).

TERZO STEP
Per quanto riguarda l’ultimo passaggio, è consigliato connettersi alla pagina di configurazione del router, successivamente effettuare l’accesso con le credenziali di default o con quelle che voi avete impostato, ed infine cercare la sezione relativa al filtro MAC per abilitarlo, affinché escluda gli indirizzi che andremo ad inserire. Da questo momento in poi, qualora qualcuno dovesse provare a connettersi nuovamente alla nostra rete, anche se in possesso della password, sarà bloccato. 

[Voti: 1    Media Voto: 1/5]

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *